TIME LAPSE

La tecnica del time-lapse è una tecnica cinematografica nella quale la frequenza di cattura di ciascun fotogramma è nettamente inferiore a quella di riproduzione. A causa di questa differenza, la proiezione degli stessi 24 frame al secondo fa sì che il tempo, nel video finale, sembri scorrere più veloce del normale. In breve: grazie a questo metodo di cattura della scena si è quindi in grado di velocizzare così tanto il tempo che passa da illustrare qualcosa che nella quotidianità non noteremmo (ad esempio il movimento relativo delle stelle, il semplice movimento delle nuvole, lo scioglimento di cubi di ghiaccio in un bicchiere di aranciata, ecc.).

La tecnica del time-lapse è in grado di produrre quindi video davvero sbalorditivi, e la sua applicazione spazia dai documentari naturalistici, alla realizzazione di clip aziendali, e al semplice racconto di piccole storie di vita.

I NOSTRI TIME LAPSE PER LE AZIENDE

Include al suo interno numerose sotto-tecniche che vengono utilizzate a seconda del soggetto e alla situazione della scena. Vengono qui di seguito illustrate le varie possibilità:

Time-lapse statico: Con time-lapse statico si intende una sequenza realizzata mantenendo la camera fissa in un punto, senza alcun movimento fisico tra uno scatto e il successivo. Il time-lapse statico è il più versatile e si presta alla produzione di time-lapse a lungo termine (da una a 28 settimane).

Time-lapse con slider: Utilizzando uno slider temporizzato è possibile aggiungere un movimento della camera (verticale, orizzontale o inclinato) per dare valore al soggetto ripreso.

Time-lapse con slider su 3 assi: Simile al movimento su slider ma con l’aggiunta di un movimento della camera orario/antiorario – verticale/orizzontale o entrambe le direzioni.

Hyper-lapse: La tecnica chiamata hype-rlapse si basa sullo stesso concetto del timelapse con slider ma al posto di compiere movimenti di qualche centimetro ogni scatto, la camera viene spostata in uno spazio molto più ampio.

Time-lapse con cable-cam: Per quelle situazioni in cui risulta impossibile spostarsi da un punto A ad un punto B mediante la tecnica dell’hyper-lapse è possibile unire i due punti con un cavo e far muovere la camera su questo filo scattando time-lapse su 3 assi per distanze comprese tra 5 e 30 metri.